Biblioteca Rurale 'Il Poggio'

Biblioteca Rurale 'Il Poggio'

Home » ARCHIVIO » IL CONFLITTO FRA ARMATORI E MARITTIMI A MOLA 1969-1971

IL CONFLITTO FRA ARMATORI E MARITTIMI A MOLA 1969-1971

IL CONFLITTO FRA ARMATORI E MARITTIMI A MOLA 1969-1971 - Biblioteca Rurale 'Il Poggio'

Un importante fondo archivistico conservato nella Biblioteca "Il Poggio".

Il fondo consente di documentare un importante episodio di iniziativa politico-sindacale svoltosi a Mola di Bari nel quadro della unità studenti-lavoratori, tipica del periodo “Sessantottino” del XX secolo. Si tratta di un conflitto di lavoro fra armatori (proprietari di motopescherecci o “carati” – parti - di essi) e equipaggio (marinai, mozzi, motoristi, etc.) nonché “padroncini” (in genere proprietari di barche a motore).  Il conflitto si svolge in due fasi: nel 1969 e nel 1971. Nel 1969 si forma un ”Comitato di Lotta Marinai-Studenti”, per la iniziativa sia del Partito Comunista d’Italia m-l e della sua emanazione Comitato Antimperialista Antifascista, sia di Lotta Continua. Questa agitazione, che dura otto giorni, si conclude il 22 luglio 1969 con la sottoscrizione (auspici le rappresentanze sindacali e datoriali) di un nuovo contratto di lavoro che supera quello del 1947 e  migliora le condizioni delle parti non armatoriali. L’iniziativa viene ripresa nel 1971, ad opera soprattutto del Comitato Antimperialista e Antifascista, che costituisce un “Comitato di Lotta dei Marittimi Molesi”, dato che il 22 luglio di quell’anno scadeva il contratto stipulato nel 1969, con il tentativo in più di costituire un “Circolo Lavoratori del Mare” che funzionasse come lega autonoma dai sindacati storici; l’iniziativa del 1971 registra il 9 luglio una folta assemblea di marinai e una importante giornata di lotta il 15 settembre con la rivendicazione del “salario fisso mensile” che superasse il sistema del “cottimo” (cosiddetto “contratto alla parte”). L’iniziativa del 1971 tuttavia con il passare dei mesi si sfilaccia e inoltre i principali protagonisti del CAA nel 1972 si iscrivono al PCI perdendo l’interesse a lotte in radicale contrasto con i sindacati storici.

Leggi nel file allegato la descrizione del fondo e vedi altre immagini nella Foto Gallery.

commenti (0)